VE LO RICORDATE BERLUSCONI A PORTA A PORTA?
SONO PASSATI VENTI ANNI

Ora il ministro Giovannini (Pd) rilancia il Ponte sullo Stretto. Il Pd pare nato per realizzare in tutti i campi il programma che Berlusconi non è riuscito a realizzare.

Che siano diventati a favore dell’opera anche i pentastellati senza nessuna votazione on line rientra nella presa in giro del bipolarismo. Pensare che il #noponte era un punto di programma così importante che Beppe Grillo attraversò lo stretto a nuoto.

Ricordo che dopo lo sperpero di milioni di euro negli studi di fattibilità a decretare lo stop fu il governo Prodi bis col ministro alle infrastrutture Di Pietro e noi dentro la maggioranza.

Ora si ricomincia con gli studi di fattibilità. Invece di pensare a grandi opere per la solita lobby bisognerebbe investire su trasporto locale, scuole, piano case popolari, messa in sicurezza del territorio e delle zone sismiche. Ma migliaia di piccoli appalti non finirebbero tra le grinfie dei grandi gruppi che condizionano politica e informazione.

Ve lo meritate come Presidente della Repubblica quello del bunga bunga.

Maurizio Acerbo PRC

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy