Siria, i jet Usa bombardano truppe siriane e milizie sciite

GIORDANO STABILE
L’aviazione americana ha colpito, per la seconda volta in due giorni e la terza in tre settimane, colonne dell’esercito siriano e di miliziani sciiti alleati di Bashar al-Assad, che stanno cercando di riprendere il controllo del posto di confine di Al-Tanf, alla frontiera fra Siria, Giordania e Iraq.

L’attacco è stato confermato dalla Coalizione occidentale anti-Isis, Inherent Resolve, a media americani. Nel raid sarebbero stati distrutti due fuoristrada, due pezzi di artiglieria e un tank. Non si hanno notizie di vittime per il momento.

La fascia al confine con la Giordania e la provincia irachena dell’Anbar è contesa dalle forze governative e dai ribelli, dopo che l’Isis si è ritirato. I ribelli sono appoggiati da truppe speciali americane e britanniche, che stazionerebbero in una base a pochi chilometri dalla cittadina di Al-Tanf.

Il Pentagono ha ammonito le forze governative a non avanzare verso la base. Nell’area operano reparti regolari dell’esercito siriano e milizie sciite irachene, addestrate dall’Iran: Liwa imam Ali e Liwa Al-Baqir. I ribelli hanno anche abbattuto un drone di fabbricazione iraniana.

Al-Tanf è importante perché permette di controllare l’autostrada Damasco-Baghdad e l’autostrada Amman-Baghdad, gli assi strategici delle comunicazioni fra il Mediterraneo e l’Iran.

http://www.lastampa.it/2017/06/08/esteri/siria-i-jet-usa-bombardano-truppe-siriane-e-milizie-sciite-MtykCQksqK8chdSTIPQ09M/pagina.html

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy