Siamo sempre contenti quando viene arrestato un boss mafioso ma sono evidenti pesanti ombre nella vicenda che riguarda Matteo Messina Denaro.

L’intervista rilasciata a Massimo Giletti da Salvatore Baiardo nel novembre scorso anticipava quanto avvenuto come “bel regalino al governo” e frutto di una trattativa magari per ottenere la liberazione di altri boss.
Baiardo comunicava che Messina Denaro aveva bisogno di curarsi e che avrebbe trattato sua consegna.

Risulta davvero fuori luogo il profluvio di proclami di esponenti della destra che cercano di rivendicare il merito della cattura.

Da tempo la mafia ha abbandonato la strategia stragista per inserirsi nel tessuto economico e nella finanza.
Bisogna fare piena luce su quanto emerge dalla inquietante profezia di Baiardo.
Continua forse la trattativa Stato-Mafia e con chi nello Stato?

Maurizio Acerbo, segretario nazionale, Giovanni Russo Spena, responsabile istituzioni del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy